Fermiamo l'aumento dell'IVA

Il governo uscente ha azzerato la crescita del Pil e alzato la pressione fiscale.



In questo quadro un aumento di più di 23 miliardi dell'Iva tra 4 mesi rischia di essere un colpo mortale per l’economia italiana.

Il governo uscente ha programmato l'aumento dell’imposta sui consumi dal prossimo 1 gennaio: dal 22% al 25,2% e dal 10% al 13% (nel caso beni di larghissimo consumo come carne, uova, latte, zucchero, acqua, energia, farmaci...).

Questo produrrà:
- un forte aumento dei prezzi, colpendo duramente il potere d’acquisto dei cittadini (il Codacons stima un fardello da 1200 euro all'anno in più a famiglia)
- una diminuzione dei consumi che rischia di provocare una pesante recessione

È compito di chiunque voglia bene all’Italia, prima che a questo o quel partito, fare tutto ciò che è in nostro potere per evitare che tra pochi mesi gli italiani paghino 23 miliardi di euro di maggiori tasse

Le inefficienze e i teatrini della politica non possono scaricarsi sulle tasche degli italiani. 

Petizione proposta da Luigi Marattin

 

Sottoscrivi la petizione

3.107 Firme Obiettivo: 10.000

Letta l’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del GDPR e della normativa nazionale in materia di protezione dei dati personali acconsento al trattamento dei miei dati personali:

Attento, non hai consentito all'utilizzo dei dati - questo è imprescindibile per poterti iscrivere alla piattaforma: senza non puoi neanche ricevere la mail di attivazione!